Skip Navigation Links
Informazioni
Galleria
Link
Generale
Cultura
Voga Veneta
Ambiente
Amissi International
Piovego pulito
Squero padovano
Contatti: info@amissidelpiovego.it HOME
In Evidenza

Calendario eventi
<settembre 2016>
meselumamegivesado
>2930311234
>567891011
>12131415161718
>19202122232425
>262728293012
>3456789
AREA RISERVATA

CERCA


La palestra degli Amissi
Cooperativa AltraCittà
Cieffeplast
Info
Info  Contatti  Credits
HOME
Espandi/Riduci Calendario programma attività 2016
lunedì 1 febbraio 2016

Calendario del programma attività 2016 degli Amissi del Piovego

L'elenco non è esaustivo e può subire variazioni

Per un aggiornamento contattare 3283133693

 

 



Espandi/Riduci O.d.G. 01/02/2016
venerdì 29 gennaio 2016

 

O.d.G. Riunione Consiglio Direttivo 1/2/2016 Ore 19:30

 

 

 

  • Aggiornamenti questione Vignole

  • Aggiornamenti sulla questione economica

  • Patto associativo e cambio chiavi

  • Costituzione gruppo didattico

  • Presentazione Calendario attività 2016

  • Varie ed eventuali

 

 

 

AMISSI DEL PIOVEGO

Casetta dell’Acqua – Golena comunale di San Prosdocimo

Via San Massimo, 137 – 35129 Padova

www.amissidelpiovego.it e-mail: info@amissidelpiovego.it

Cod. fiscale 92095920283

Associazione iscritta al nr. 527 del registro comunale delle associazioni

riconosciute dal Comune di Padova. Operante ai sensi comma IV art. 118

della Costituzione italiana secondo il principio di sussidiarietà. Società di

voga alla veneta aderente al Coordinamento nazionale voga veneta Venezia.

Iscritta al nr. 91256 del registro CONI Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Affiliata all’Ente di Promozione Sportiva ASI al nr. VEN-PD0066.

Presidente Alessandro Campioni - cell. 3283133693



Espandi/Riduci Consiglio Direttivo
sabato 9 gennaio 2016

 Il 9 gennaio 2016, Sabato, alle ore 15.30 si terrà il primo Consiglio Direttivo del 2016. Seguirà l'ordine delgiorno


Alessandro Campioni

Espandi/Riduci Progetto conca navigazione al Ponte Sant'Agostino
giovedì 31 dicembre 2015

Per rendere percorribile tutto l'anello fluviale, circumnavigando Padova, è necessario collocare una conca di navigazione all'altezza del salto d'acqua al Ponte di Sant'Agostino, zona Specola-Castelvecchio.

Il giovane ing. Riccardo Spoladore, partendo dalla sua tesi d laurea, ha elaborato un progetto per la conca.

Il progetto è donato al Sindaco di Padova.

Gli Amissi condividono le finalità.

scarica il progetto

scarica mappa anello fluviale 



Espandi/Riduci CONCHE E PONTI: calendario-orari aperture
giovedì 31 dicembre 2015

CONCHE E PONTI: calendario e orari aperture 

Stagione Estiva 2016

Stagione Invernale 2015-2016 

riferimenti per aperture Conche e Ponti

 



Espandi/Riduci Andare in barca lungo il canale Piovego
giovedì 31 dicembre 2015

Gli Amissi del Piovego sono un'associazione culturale e ambientalista di voga alla veneta.

Promuovono la frequentazione ecosostenibile e responsabile del canale Piovego e di tutta la rete idroviaria padovana.

Fatte salve precise limitazioni, è possibile navigare liberamente.

E' possibile fare un giro, una escursione o una passeggiata a bordo delle imbarcazioni tipiche della tradizionale voga alla veneta.

E' anche possibile imparare a vogare alla veneta

Gli Amissi del Piovego mettono a disposizone le imbarcazioni e l'esperienza, secondo formule d'uso quali l'associazionismo, anche in collaborazione con altri soggetti.

Per info 3283133693 o info@amissidelpiovego.it



Espandi/Riduci Nuovo Consiglio Direttivo e Presidenza
martedì 22 dicembre 2015

Nuovo Consiglio Direttivo dal 19 dicembre 2015 e Nuovo Presidente degli Amissi del Piovego dal 22 dicembre 2015.

Ecco i nuovi componenti il CD degli Amissi:
Presidente: Alessandro Campioni
Segretario: Davide Brancato
Economo-tesoriere: Sergio Rui
Consiglieri:Dominique Benoit
                     Daniele Buso
                     Silvano Cogo
                     Arianna Furlan
                     Pietro Gusso
                     Karim Hoceine
                     Pasquale Minuto
                     Paola Torre

verbale assemblea soci 19/12/2015

verbale consiglio direttivo 22/12/2015

comunicato stampa

 



Espandi/Riduci Elezioni rinnovo CD: Votazione sabato 19 dicembre
sabato 19 dicembre 2015

Sabato 19, dalle ore 15.00 alle ore 18.00 si svolgeranno le votazioni

presso la sede sociale degli Amissi del Piovego, a Padova in Via San Massimo, 137.

Si apriranno i seggi e si proclameranno gli eletti.

 

L'assemblea elettiva eleggerà i membri del

-Consiglio Direttivo,

-Revisore dei conti.

 

 

Il Consiglio Direttivo nominerà il Presidente, Segretario ed Economo (tesoriere)

ed eventuali delegati a specifiche funzioni.

 

Il Consiglio Direttivo sarà formato da 11 membri.

Pertanto ogni socio elettore potrà esprimere fino a 11 preferenze fra i candidati (attualmente sono 18).

 

Le elezioni saranno organizzate dalla commissione elettorale.

Attualmente si è candidato per la commissione il socio Francesco Maschio.

 

Al momento non sono ancora state inoltrate candidature per la carica di revisore dei conti.

 

La sessione assembleare si è aperta martedì  15 dicembre 2015, alle ore 21.00, con la presentazione dele candidature e la discussione generale, come da allegato verbale di assemblea.

  

I termini dell'elezione sono indicati nello Statuto associativo 

Le procedure sono stabilite dal Regolamento elettorale, approvato nell'assemblea e dal CD del 1 settembre 2015 (verbale 150901).

Lo scorso martedì primo dicembre si è tenuto un Consiglio Direttivo dedicato alle elezioni, che ha deliberato fra l'altro di aprire la sessione elettorale martedì 15 dicembre (verbale151201) per continuare la fase delle elezioni sabato 19 dicembre, al pomeriggio, dalle ore 15.00 fino alle ore 18.00, secondo le modalità stabilite dalla commissione elettorale, al fine di consentire la massima partecipazione dei soci.

 

Alla proclamazione degli eletti si riunirà il nuovo Consiglio Direttivo per la nomina delle cariche e le prime decisioni.

 

Ad oggi sono pervenute le seguenti candidature e mozioni programmatiche:

Maurizio Ulliana - mozione Ulliana per il rinnovamento

Daniele Buso - mozione Buso 

Enrico Stevanin - mozione

Gianfrancesco Benetollo - mozione Benetollo

Luca Volpato - mozione

Riccardo Martin

Rudy Toninato

Silvano Cogo - mozione

Pietro Gusso - mozione

Davide Brancato - mozione

Arianna Furlan - mozione

Franco Brandolini - mozione

Paola Torre

Sergio Rui

Karim Hoceine

Dominique Benoit

Alessandro Campioni

Pasquale Minuto

 



Espandi/Riduci Verbale valutazione sito nuovo Ospedale Padova
domenica 13 dicembre 2015


Leggere la presa d'atto del Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera universitaria relativa alla valutazione delle aree indicate come possibili siti del nuovo ospedale universitario

Contiene il verbale della commissione che ha valutato i siti candidati alla realizzazione del nuovo ospedale di Padova.

scarica il documento  PRESA D'ATTO E VERBALE COMMISSIONE
 


Espandi/Riduci Porto fluviale a Piazzale Boschetti
venerdì 20 novembre 2015

Un porto fluviale a Piazzale Boschetti

Guarda il video con la proposta degli studenti del Liceo artistico Pietro Selvatico

 

https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=PsmH6pafmLI

 

 



Espandi/Riduci PER L'ANELLO FLUVIALE
domenica 27 settembre 2015

27 SETTEMBRE 2015

 

3 AZIONI PER LA NAVIGAZIONE COMPLETA DELL'ANELLO FLUVIALE PADOVANO

CON L'INSTALLAZIONE DELLA CONCA DI NAVIGAZIONE AL SALTO D'ACQUA DI PONTE SANT'AGOSTINO


1) Presenza con banchetto divulgativo alla Festa del volontariato ambientale in Piazza dei Signori (dalle 9.00 alle 18.00);

2) Vogata di voga alla veneta "XVII REMADA DEI TOSATI", lungo l'anello fluviale padovano, raggiungendo da monte e da valle la cascatella di ponte Sant'Agostino, con staffetta di vogatori;

3) Presentazione al Ponte di Sant'Agostino (ore 11.00) del progetto di conca di navigazione per rendere effettuabile la circumnavigazione dell'anello fluviale padovano.

 

Durante gli eventi saranno raccolte le firme di sottoscrizione della petizione per la valorizzazione dell'anello fluviale con la realizzazione della conca di navigazione.

 

Per informazioni e adesioni: info@amissidelpiovego.it 

 



Espandi/Riduci L'acqua e i giardini iniziatici di Jappelli
domenica 13 settembre 2015


Guarda e scarica i video e le foto delle visite:

clicca qui 

(si ringraziano Michele Parisi e Giorgio Cargasacchi)

 

ATTENZIONE: LA DATA DEL 13 SETTEMBRE E' STATA RINVIATA PER IMPRATICABILITA' DEL PARCO TREVES 

 PER INFORMAZIONI E ADESIONI: 3487077807 O INFO@AMISSIDELPIOVEGO.IT

Scarica il Programma e la Locandina

 

 

 



Espandi/Riduci L'anello dei barcari - Ring of boatmen
domenica 19 luglio 2015

 

L’anello dei barcari
The ring of old boatmen
 



Espandi/Riduci 1982 - Padova Mura, canali e le fogne
venerdì 17 aprile 2015

1982 (settembre) - I quaderni del Sile (numero 3, fascicolo XV) 

riportano alcuni articoli riguardante la situazione di Padova (clicca qui)

Cosa è cambiato da allora?

La scalinata al Portello è tornata ad essere visibile. Allora.

Oggi è stata riportata in luce la cannoniera ovest del bastione dell'Arena.

Il canale Piovego ha sofferto una moria di pesci.

Oggi è un habitat ecologico apprezzabile. Ci sono le gallinelle d'acqua preventivate dall'allora Sindaco Gottardo.

Le Fogne?

Fatti i lavori all'epoca, la situazione oggi è rimasta la stessa? (clicca qui)

 



Espandi/Riduci Fine settimana a passeggio in Gondola
domenica 27 aprile 2014

  

Fine settimana in Gondola con gli Amissi del Piovego

Sabato e Domenica

Gli Amissi del Piovego propongo escursioni e passeggiate fluviali in Gondola nei punti più significativi del Piovego lungo le mura veneziane del Cinquecento.

La Gondola degli Amissi è la tradizionale imbarcazione di voga alla veneta, famosa in tutto il mondo. 

L'imbarcazione è stata restaurata dai soci volontari dell'associazione, e di recente presentata al pubblico, come servizio per la Città.

Ha la caratteristica di essere di colore bianco, una apparente trasgressione rispetto al canonico colore nero più noto, ma si richiama alla tradizione di colorare le Gondole secondo i colori di riferimento dei proprietari, almeno fino al XVI secolo.

Per il servizio di trasporto è richiesto il versamento di un importo quale quota associativa o contributo libero, adeguato all'impegno e al pregio dell'iniziativa.

Massimo 6 passeggeri. Oltre e fino a 10 sarà utilizzata la caorlina.

I fondi raccolti contribuiscono a mantenere viva la tradizione della voga alla veneta nel Piovego, attività tutelata ai sensi della Legge regione veneto nr. 5/1999.

 

Per informazioni e prenotazioni: cell. +39 3283133693 o info@amissidelpiovego.it 



Espandi/Riduci Mozione per lo sbancamento Golena San Prosdocimo
mercoledì 6 novembre 2013

Mozione approvata in data 6 novembre 2013

 

Padova, 6 novembre 2013

Mozione per il completamento dello sbancamento della golena comunale di San Prosdocimo (già detta di San Massimo).

Il consiglio direttivo degli Amissi del Piovego, riunito nella sala didattica L. Gasparini (Bastione del Portello vecchio, golena comunale di San Prodocimo), ha esaminato i seguenti documenti:

- relazione tecnica del caposettore dei beni culturali G. F. Martinoni del 29 gennaio 1993 relativa al completamento dello sterro della golena di San Prosdocimo (Il Piovego, foglio mensile di cultura ambientalista, anno VI, marzo 1993, n. 48);

- lettera al Comune di Padova del direttore dell’AMNIUP A. Magagni relativa al costo dello sbancamento del 23 maggio 1994 (Il Piovego, foglio mensile di cultura ambientalista. anno VII, luglio 1994, n. 63);

- lettera della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Venezia, Belluno, Padove e Treviso ( Edy Pezzetta, Sabina Ferrari) del 26 ottobre 2010 che autorizza l’installazione dei tendoni (Federico Contin) per la vendita notturna di alcoolici e lettera di protesta del 25 novembre del presidente Maurizio Ulliana;

- lettera del direttore dell’ARPAV di Padova Daniele Mattiello del 7 agosto 2013;

ribadisce la richiesta sia all’ARPAV che al Sindaco che sia completato lo sbancamento della golena in applicazione delle leggi vigenti e in particolare dell’articolo 192 del Decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152.

 

Amissi del Piovego



Espandi/Riduci Piano attracchi/navigazione. Delibera CC 55/2013
Espandi/Riduci La concessione della cavana coperta in legno
mercoledì 6 marzo 2013

La concessione idraulica della cavana coperta in legno è la nr. 26 del 15 marzo 2004, rinnovata tacitamente.

documentazione



Espandi/Riduci Gli Amissi: rinasce la voga in centro
mercoledì 27 febbraio 2013

scarica il file in pdf

 

La storia degli Amissi e della rinascita della voga veneta in centro a Padova

 


G.Tonon, E. Franzin

Espandi/Riduci Piano navigazione:proposta indecente
lunedì 3 dicembre 2012

Il Comune di Padova ha avviato le consultazioni con le parti interessate (non tutte!) per la definizione di un piano navigazione-attracchi fluviali, nel tratto del canale Piovego dalle Porte Contarine-Ponte dei Graissi, consegnando l'allegata documentazione:

testo regolamento proposto  ed elaborati: tavola grafica 1 , tavola grafica 2 , tavola grafica 3 . Inoltre testo regolamento attuale (1997)

I due incontri (12 e 28 novembre) e la documentazione prodotta  sono stati insoddisfacenti, perchè è emerso come l'attuale proposta di regolamento e definizione punti attracco non tenga minimamente conto dell'esistente già in essere, e del rapporto mura acque verde voga veneta che caratterizza lo storico e monumentale tratto del Piovego.

Sarà una dura battaglia, culturale in primis, poichè è evidente che ci sono interessi urbanistici specifici dietro la proposta dell'amministrazione comunale, anche noti o da tempo chiusi nei cassetti, e pure la volontà di eliminare gli Amissi del Piovego. Infatti nelle planimetrie non vi è traccia delle attuali cavane, e nel documento non si menziona l'esistenza del centro di pratica della voga alla veneta (e le barche ammesse all'attracco dei pontili galleggianti non devono superare i 6,5m).

La volontà di disgregare il naturale storico rapporto funzionale acque-mura lo si legge fin dal titolo: generico Parco delle Acque, e non Parco delle Mura e delle Acque, che da decenni viene sostenuto dalle forze culturali presenti in città, visto che acqua e mura insieme costituiscono l'elemento difensivo del sistema veneziano cinquecentesco, insieme al verde (guasto o spianata). Nella relazione consegnata non viene fatta menzione della specificità del tratto dello storico canale Piovego che scorre lambendo la cortina muraria, con tutte le problematiche di coerenza identitaria ed attenzione allo stile e modalità di navigazione che richiede il salotto buono fluviale di Padova. La banalizzazione è già stata testata con la campagna Navighiamo Padova, dell'assessorato alle Acque fluviali, dove non vi è traccia delle tipiche imbarcazioni in legno della tradizione veneta che attraccano da anni al Portello, facendo invece pubblicità ad una nuova attività di locazione barche in plastica di provenienza finlandese. Non ho nulla contro l'imprenditore, ma ritengo che i soldi di un Comune debbano valorizzare le peculiarità di chi vive il territorio, e non "diluirle" in un generico, superficiale, populistico "tutti devono scendere in acqua", soprattutto se a spese appunto degli esistenti. Solo così si educa il frequentatore al rispetto dei siti, e lo si aiuta ad apprezzarli.

Chi vive il fiume, quotidianamente, sa che la valorizzazione passa per la sua cura quotidiana (finora è mancata l'organizzazione pubblica) e una coerenza di fruizione con valori rispettosi del genius loci e della storia dello storico (1209) canale Piovego.

L'immagine del Piovego e del Portello nel mondo: i quadri del Canaletto, "ambasciatore" di Padova:

http://www.wikipaintings.org/en/canaletto/the-brenta-canal-at-padua#supersized-artistPaintings-250515

http://www.museothyssen.org/en/thyssen/zoom_obra/1052

se non si arriverà ad una soluzione condivisa gli Amissi dovranno impegnarsi a promuovere una proposta alternativa, che si aggiunge a quelle già da tempo presentate, per una corretta fruizione dell'habitat fluviale del Piovego.


Maurizio Ulliana

Espandi/Riduci Concessione Casetta Acqua: delibera G.C. 2409/1995
lunedì 3 dicembre 2012

Il testo della delibera vigente G.C. 2409/1995 di concessione precaria della Casetta dell'Acqua, tacitamente rinnovata



Espandi/Riduci La tutela della Golena San Prosdocimo
martedì 2 ottobre 2012

Chi ha paura di rinnovare la convenzione comunale con gli Amissi del Piovego?

E' bene fare un punto della situazione.

Leggere per informarsi: clicca sopra.

 


Maurizio Ulliana

Espandi/Riduci Escursioni fluviali in barca di voga alla veneta
mercoledì 26 settembre 2012

Un giro in barca? Perchè no?

Gli Amissi del Piovego promuovono GIRI, GITE, ESCURSIONI FLUVIALI a bordo delle loro tipiche barche della tradizione locale di voga alla veneta.

Cultura, storia, tradizione, identità, ambiente, passione per l'habitat fluviale, sono sintetizzati nella pratica della voga alla veneta lungo il canale Piovego e i fiumi padovani e regionali.

Per informazioni e prenotazioni cell. 3283133693 -  info@amissidelpiovego.it

E' richiesto un libero contributo proporzionato all'impegno, per la copertura dei costi di mantenimento delle barche e dell'associazione.

Le attività sono svolte per le finalità associative per la promozione della voga alla veneta (L.R.Veneto nr. 5/1999)

 

 

 

 

 



Espandi/Riduci CHI SIAMO
domenica 7 novembre 2010

Amissi del Piovego

associazione culturale ed ambientalista di voga alla veneta

fondata a Padova nel 1980

 

 

 

 

 

I nostri scopi appartengono a due categorie diverse ma strettamente collegate e unite fra di loro:


1-    SCOPI CULTURALI


a)     la tutela e la valorizzazione di tutto il sistema fluviale padovano ed in particolare dei tratti compresi fra il ponte di S.Agostino (Specola) e le due conche idrauliche di Voltabarozzo e di Noventa padovana;


b)     lo studio biologico-naturalistico ma anche storico della civiltà veneta delle acque dei suoi strumenti e dei suoi monumenti sia nelle città che nelle campagne dalle origini fino all'età contemporanea.


2-    SCOPI SPORTIVI-RICREATIVI


a)     la gestione e la valorizzazione della golena comunale di San Massimo al fine della diffusione della voga sportiva ed amatoriale alla veneta, in collaborazione con tutte le associazioni di voga.

 



Espandi/Riduci STATUTO
venerdì 5 novembre 2010

STATUTO  DELL’  ASSOCIAZIONE

 

approvato in data 15/12/1984
 


 

COSTITUZIONE E SCOPI

Art.1
E’ costituita in Padova, con durata illimitata e con sede nella golena comunale fra i bastioni del Portello vecchio e Castelnuovo chiamata di S. Massimo, l’associazione culturale ed ambientalista di voga alla veneta denominata Amissi del Piovego.
Il carattere nuovo, originale e distintivo dell’associazione culturale ed ambientalista di voga alla veneta Amissi del Piovego è il seguente:
i suoi scopi appartengono a due categorie diverse ma strettamente collegate e unite fra di loro:

1-   SCOPI   CULTURALI
a)   la tutela e la valorizzazione di tutto il sistema fluviale padovano ed in particolare dei tratti compresi fra il ponte di S. Agostino (Specola) e le due conche idrauliche di Voltabarozzo e di Noventa padovana;
b)   lo studio biologico-naturalistico ma anche storico della civiltà veneta delle acque dei suoi strumenti e dei suoi monumenti sia nelle città che nelle campagne dalle origini fino all’età contemporanea.

2-   SCOPI SPORTIVI-RICREATIVI
a)   la gestione e la valorizzazione della golena comunale di San Massimo al fine della diffusione della voga sportiva ed amatoriale,alla veneta, in collaborazione con tutte le associazioni di voga.

PROVENTI

Art. 2
L’associazione culturale ambientalista di voga alla veneta Amissi del Piovego provvede al raggiungimento dei suoi fini con le quote associative, con contribuzioni straordinarie accettate dall’associazione e con ogni altra entrata di cui essa potrà beneficiare.
I proventi, anche al netto degli oneri associativi, non possono essere oggetto di distribuzione o ripartizione fra i soci, costituendo interamente risorsa per l'associazione Amissi del Piovego, che non persegue finalità di lucro.

SOCI

Art.3
I soci che fanno parte dell’associazione culturale ed ambientalista di voga alla veneta Amissi del Piovego sono divisi in tre categorie:
a) soci simpatizzanti
Essi usufruiscono, mediante il pagamento di una quota sociale ridotta (decisa di anno in anno dal Consiglio direttivo), di tutti i servizi dell’associazione, hanno diritto di partecipazione e di parola all’assemblea dei soci, ma non godono del diritto di voto. A loro richiesta, e con l’approvazione del Consiglio direttivo, possono diventare soci ordinari.
b) soci ordinari
L’ammissione all’Associazione in qualità di socio ordinario si richiede presentando al Consiglio direttivo domanda scritta accompagnata dal pagamento della quota sociale e dalla presentazione di almeno una persona già associata. Qualora entro due mesi dall’inoltro domanda il Consiglio direttivo non decida insindacabilmente di respingerla, la domanda stessa si intende accolta alla data di presentazione.
c)soci onorari
Su proposta del Consiglio direttivo sono nominati dall’Assemblea soci onorari coloro che si siano specialmente distinti o che abbiano acquistato particolari benemerenze in attività inerenti gli scopi dell’Associazione; essi sono esenti dal pagamento delle quote sociali.
L’associazione si considera a tempo indeterminato; tuttavia ciascun socio può recedere con efficacia dalla fine dell’anno sociale in corso dandone comunicazione scritta al Consiglio direttivo con preavviso di almeno tre mesi rispetto alla fine del suddetto anno sociale.
Qualora un socio ometta il versamento della quota associativa per un intero esercizio finanziario, esso può venire dichiarato decaduto dal Consiglio direttivo, fermo l’obbligo di pagare le quote non versate.
La qualità di socio si perde inoltre per esclusione deliberata dall’Assemblea a maggioranza dei due terzi, quando il socio svolga attività in contrasto con gli scopi statutari ed a causa di gravi motivi comportanti lesione al funzionamento e agli interessi dell’Associazione; è necessaria la previa audizione, se possibile, del socio cui gli addebiti vengono mossi.

ORGANI

Art. 4
Gli organi dell’Associazione sono:
l’Assemblea,
il Consiglio direttivo,
il Presidente,
il Segretario,
l’Economo,
il Revisore dei conti.
Tutte le cariche sono gratuite salvo gli eventuali rimborsi spese approvati dal Consiglio direttivo.

ASSEMBLEA

Art. 5
L’Assemblea è il massimo organo deliberante dell’Associazione.
Essa è costituita da tutti i soci ordinari in regola la con il versamento della quota sociale ed iscritti alla Associazione almeno da tre mesi. L’Assemblea è convocata almeno una volta all’anno, per l’approvazione dei bilanci e la trattazione dei problemi generali, non oltre quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio finanziario; essa è anche convocata ogniqualvolta il Consiglio direttivo lo ritenga opportuno e quando ne sia fatta richiesta da almeno un quinto degli associati di cui sopra ovvero dal Revisore dei conti, salvi i poteri propri di quest’ultimo.
La convocazione è effettuata dal Presidente mediante avviso contenente l’ordine del giorno, la data, il luogo e l’ora della prima e della seconda convocazione, inviato con lettera individuale ai componenti dell’Assemblea almeno dieci giorni prima della data fissata; la seconda convocazione può essere fissata nel medesimo giorno della prima.

Art.6
L’Assemblea è validamente costituita in prima convocazione quando vi sia rappresentata almeno la metà degli aventi diritto ed in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti. Le deliberazioni assembleari sono prese a maggioranza semplice dei voti espressi, salvo quanto stabilito per i casi particolari previsti dal presente statuto.

Art. 7
Oltre agli altri previsti dallo Statuto, sono compiti esclusivi dell’Assemblea:
a)   stabilire le linee generali di condotta dell’Associazione;
b)   approvare i bilanci;
c)   eleggere il Consiglio direttivo e i Revisori dei conti;
d)   modificare o rinnovare lo statuto;
e)   deliberare lo scioglimento della Associazione ed impartire direttive per la devoluzione dei beni;
f)    deliberare su ogni altra questione proposta.

Art. 8
Per modificare o rinnovare lo statuto nonché per deliberare lo scioglimento dell’Associazione è necessario il voto favorevole di almeno due terzi dei soci aventi diritto al voto.

Art. 9
L’assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione o da altra persona nominata dall’Assemblea stessa in apertura dei lavori con il compito di dirigerne lo svolgimento; il Segretario dell’Associazione, o altra persona appositamente nominata dall’Assemblea in apertura dei lavori, fungerà da segretario dell’Assemblea stessa e curerà la stesura del verbale. Le votazioni possono essere palesi o a scrutinio segreto; in quest’ultimo caso il Presidente dell’Assemblea nomina almeno tre scrutatori. Il voto per delega non è ammesso.

CONSIGLIO DIRETTIVO

Art. 10
Il Consiglio direttivo è composto da un numero di sette, nove o undici membri e dura in carica due anni e comunque fino all’elezione del Consiglio successivo. Il numero di consiglieri adottato per il
biennio è deciso dall’Assemblea, la quale provvede all’elezione dei consiglieri stessi a scrutinio segreto.

Art. 11
Il Consiglio direttivo, nella sua prima riunione, elegge fra i consiglieri il Presidente, il Segretario e l’Economo. Qualora nel corso del biennio di gestione il Consiglio direttivo venga a mancare stabilmente di qualche membro, sono chiamati a far parte di esso quel socio o quei soci che nell’elezione assembleare hanno seguito in graduatoria gli eletti; a parità di voti conseguiti il Revisore dei conti procederà a sorteggio. I sostituti rimarranno in carica fino alla successiva assemblea che dovrà provvedere ad una elezione supplementare. I nuovi eletti decadranno unitamente al Consiglio direttivo in carica.

Art. 12
Il Consiglio direttivo agisce in conformità delle indicazioni assembleari ed è investito di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione esclusi quelli statutariamente riservati all’Assemblea stessa. Esso provvede a quanto occorre per il raggiungimento dei fini dell’Associazione; presenta i bilanci preventivo e consuntivo e le relazioni sull’attività svolta; è responsabile verso i soci del regolare funzionamento dell’Associazione nonché del corretto impiego dei fondi; adotta eventuali provvedimenti disciplinari motivati comunicandoli per iscritto agli interessati, che possono appellarsi alla successiva Assemblea, ottenendo di diritto l’inserimento della questione all’ordine del giorno. Formula i regolamenti e le proposte da sottoporre all’Assemblea; fissa la sede dell’Associazione e gli eventuali trasferimenti nell’ambito del Comune di Padova; stabilisce annualmente le quote sociali ed esplica ogni altra funzione prevista dal presente statuto. Inoltre ratifica i provvedimenti di urgenza adottati dal Presidente, dal Segretario o dall’Economo, che a tale scopo gli verranno sottoposti nella prima riunione successiva al provvedimento stesso

Art. 13
Il Consiglio direttivo attribuisce speciali incarichi e costituisce sezioni o gruppi di lavoro e di ricerca per meglio realizzare i fini istituzionali. I membri del Consiglio direttivo si prestano anche alle necessarie attività esecutive.

Art. 14
Il Consiglio direttivo si riunisce di massima una volta al mese su convocazione anche informale del Presidente; può essere inoltre convocato, con sufficiente preavviso, ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno, e deve procedersi alla sua riunione quando essa venga richiesta da almeno quattro consiglieri o dal Segretario o dall’Economo. L’ordine del giorno è proposto dal Presidente, sentiti il Segretario e l’Economo; gli argomenti da trattare possono essere proposti da qualsiasi consigliere e la decisione definitiva sull’ordine del giorno spetta allo stesso Consiglio direttivo. Le riunioni del Consiglio direttivo sono valide qualora. sia presente la maggioranza dei componenti; le deliberazioni sono prese a maggioranza dei voti espressi salvo i casi particolari previsti dal presente statuto. Di ogni riunione verrà esteso succinto verbale in apposito libro. Le riunioni del Consiglio direttivo sono di massima aperte ai soci senza diritto di voto, al pubblico e ai rappresentanti degli Enti locali, dei Consigli di quartiere, dell’Università, delle Scuole, degli Ordini professionali, dei Sindacati e delle altre forze sociali e culturali. Il Presidente può concedere la parola a chi ne faccia  esplicita richiesta. Anche al di fuori delle riunioni formali, il Presidente, il Segretario e l’Economo si consulteranno tra loro e con gli altri consiglieri per il buon andamento dell’attività sociale.

PRESIDENTE

Art. 15
Il Presidente del Consiglio direttivo è nel contempo Presidente dell’Associazione e ne ha la legale rappresentanza anche giudiziale; egli coordina le iniziative e dà impulso ai programmi curando l’esecuzione dei deliberati assembleari e del Consiglio direttivo ed esplicando altresì tutte le funzioni demandategli dal presente statuto. Egli intrattiene normalmente i rapporti esterni dell’Associazione e ne firma gli atti. In caso di sua delega, assenza o impedimento il Presidente è sostituito temporaneamente dal Segretario che ne esercita le relative facoltà.

SEGRETARIO

Art. 16
Il Segretario cura l’organizzazione dell’Associazione, esegue quanto necessario per lo svolgimento della sua attività e collabora con il Presidente. Egli redige con l’Economo i bilanci preventivo e consuntivo; cura lo schedario dei soci, l’archivio e il funzionamento della segreteria e sovraintende a quant’ altro gli sia demandato dallo statuto, dai regolamenti interni o dalle deliberazioni del Consiglio direttivo, con facoltà di avvalersi di eventuali collaboratori.

ECONOMO

Art. 17
L’Economo provvede alla riscossione delle entrate e al pagamento delle spese; redige con il Segretario il bilancio preventivo e consuntivo, cura la tenuta dei documenti contabili, custodisce i fondi e il patrimonio ed effettua le operazioni bancarie.

REVISORE DEI CONTI

Art. 18
Il Revisore dei conti è eletto, tra i soci o i non soci, a scrutinio segreto dall’Assemblea; egli rimane in carica due anni e comunque fino all’elezione del Revisore successivo ed assolve i propri compiti di controllo contabile e d’osservanza statutaria secondo i poteri e le facoltà, in quanto applicabili, riconosciutigli dal codice civile in materia di società per azioni. Con le stesse modalità l’Assemblea elegge un revisore supplente il quale entrerà in carica in caso di permanente indisponibilità del Revisore effettivo. Il Revisore accompagna con una propria relazione i bilanci consuntivi presentati all’Assemblea dal Consiglio direttivo.

ESERCIZIO ANNUALE SOCIALE

Art. 19
L’esercizio finanziario ovvero l’anno sociale dell’Associazione vanno dal primo gennaio al trentuno dicembre.

SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

Art. 20
In caso di scioglimento dell’Associazione culturale ambientalista di voga alla veneta "Amissi del Piovego", deliberato dell’assemblea, questa ultima nominerà uno o più commissari incaricati della liquidazione dei beni. Il ricavato sarà devoluto ad enti o associazioni che perseguono fini analoghi all’associazione "Amissi del Piovego".

SEDE DELLE RIUNIONI SOCIALI

Art. 21
Le riunioni sociali dell’associazione culturale ambientalista di voga alla veneta Amissi del Piovego si svolgeranno tutte presso gli edifici esistenti nella golena comunale di S. Massimo.



Espandi/Riduci QUOTA ASSOCIATIVA: diventa socio o rinnova
giovedì 4 novembre 2010



Il versamento della quota può avvenire come segue:

sul C/C postale nr. 23432321 intestato Amissi del Piovego

sul C/C IBAN IT56P0760112100000023432321 intestato Amissi del Piovego

in contanti presso la sede

 
Le quote:

- socio ordinario euro 50,00

- socio simpatizzante (sostenitore) euro 20,00

Si ricorda che i soci che vogano (o che possono vogare se vogliono) sono i soci ordinari.

Condizioni particolari sono riservate a:

minorenni o studenti: la quota è di euro 25


 

Nuove iscrizioni: sono sempre benvenute.

Al nuovo socio daremo anche la maglietta degli Amissi, compresa nel costo della quota.

Iscriviti o rinnova on-line,
 
 
 
oppure scarica il modulo cartaceo cliccando sopra il formato

 

Amissi del Piovego

Espandi/Riduci DOVE SIAMO
mercoledì 3 novembre 2010

sede dell'Associazione AMISSI DEL PIOVEGO

Amissi del Piovego - Casetta dell’Acqua, via San Massimo 137, 35129 Padova
 



Espandi/Riduci CONTATTI
martedì 2 novembre 2010

Per contattare gli Amissi del Piovego

Casetta dell’Acqua - Via S.Massimo 137
35129 Padova
 

Per contattare l’associazione degli Amissi del Piovego:

Presidenza:  info@amissidelpiovego.it    cell. +39 3283133693


Segreteria:    segreteria@amissidelpiovego.it    cell. +39 3289016574


Tesoreria:   cell. +39 3288792355


Area eventi: eventi@amissidelpiovego.it    cell. +39 3355305385